giugno 29, 2017

PROGETTI IN CORSO

Tra i vari progetti in corso vogliamo dare attenzione a “Nuovi mosaicisti per Betlemme”, progetto nato per formare delle figure professionali che produrranno e restaureranno i mosaici a Betlemme

nuovi mosaicisti per Betlemme

Scopi del progetto

  • Contribuire al miglioramento delle condizioni di vita economiche e culturali della popolazione più debole di Betlemme, aiutando concretamente le “pietre vive” della Terra Santa.
  • Valorizzare l’importante patrimonio artistico di quella terra .

Il bisogno

I Territori Palestinesi Occupati sono afflitti da oltre 70 anni da un’emergenza cronica, caratterizzata da una situazione di conflitto permanente, una profonda crisi socio-economica e un elevatissimo tasso di disoccupazione.

A questa realtà si accompagna una carenza educativa e una scarsa cura e valorizzazione del patrimonio culturale locale che può costituire invece una preziosa risorsa sia dal punto di vista storico e artistico che come mezzo di sostentamento economico per molte famiglie.

Perché Betlemme?

  • A Betlemme in modo particolare si respira il clima di oppressione sia fisica che economica e sociale.
  • Il muro corre a ridosso delle case della periferia e la sua presenza ricorda costantemente la continuità del conflitto.
  • La maggior parte dei palestinesi che lavoravano a Gerusalemme e nei suoi pressi si è vista negare il permesso di oltrepassare il muro di separazione, perdendo quindi il proprio impiego.

Una generazione fortemente penalizzata: i giovani

  • Tra la popolazione di Betlemme non in grado di leggere né scrivere, il 76% è di sesso femminile.
  • In queste condizioni le donne vedono ancora più limitate le proprie possibilità di autonomia ed emancipazione.
  • Si è riscontrata la difficoltà molto diffusa tra i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro in maniera stabile.
  • Le ragazze e i ragazzi provenienti da famiglie in ristrettezze economiche non hanno la possibilità di frequentare corsi professionali e universitari o di specializzazione sia in loco che all’estero.

Il progetto intende

  • Promuovere l’inserimento lavorativo di giovani e donne, senza distinzione di credo, nella produzione e nel restauro di manufatti artigianali sull’arte del mosaico.
  • Valorizzare il patrimonio storico e artistico dell’arte del mosaico tra le fasce più giovani della popolazione per riscoprire un’eredità comune a fronte delle tante divisioni interne.
  • Curare la formazione di giovani che siano in grado di fornire servizi di accoglienza turistica diffusa a Betlemme.

Le fasi del progetto

Si vuole trasformare un antico edificio nel centro di Betlemme (messo a disposizione dalla Custodia di Terra Santa), situato sulla principale strada di passaggio turistico, in un Centro di Formazione sull’arte musiva.

Ristrutturazione

I lavori di manodopera includono la demolizione interna, modifiche strutturali utili all’uso finale, l’intonacatura, il cambio degli infissi, l’ammodernamento degli impianti, l’imbiancatura, il rifacimento dei bagni e della zona cucina, la sistemazione del giardino esterno e il rifacimento della copertura e dei soffitti.

Formazione professionale di giovani maestranze locali

  • A seguito del primo corso di formazione completato nel corso del 2016 promosso dall’ATS, 7 ragazze e 1 ragazzo locali potranno partecipare ai corsi successivi per completare la loro formazione.
  • Ogni corso si svilupperà attraverso lezioni teoriche e pratiche, 5 giorni alla settimana per 3 mesi.

L’intera formazione verrà eseguita sotto la costante supervisione di personale esperto proveniente dal Mosaic Centre di Gerico.

Sono previste 4 missioni della durata di 7 giorni ognuna di artigiani professionisti italiani da parte dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento.

Formazione di giovani maestranze locali per visite guidate

  • Parallelamente al percorso di formazione artigianale, altri giovani e donne di Betlemme saranno coinvolte in una serie di attività formative dedicate alla loro crescita professionale come accompagnatori turistici lungo percorsi specifici sulla storia, l’arte e la tradizione del mosaico nel territorio del governatorato di Betlemme.
  • Il primo anno prevede due corsi di accoglienza turistica e guida locale, destinati a 12 giovani e donne di Betlemme cadauno, e servirà a dotarli delle conoscenze storico/artistiche di base.

Attivazione dell’attività di vendita

  • Il workshop di Betlemme avrà uno spazio dedicato all’esposizione e vendita degli articoli prodotti in loco dagli stessi ragazzi insieme a quelli prodotti a Gerico e in altre località, nonché a quelli realizzati da un team di 11 donne dentro il carcere di Gerico.
  • Gli introiti delle vendita andranno a coprire i costi dell’attività, i salari dei lavoratori e potranno essere reinvestiti nel consolidamento dell’attività formativa, per poter permettere a più persone di beneficiare della formazione professionale.

Realizzazione di attività culturali per le scuole locali

Per le scolaresche sarà attivato un itinerario speciale alla scoperta delle più antiche radici palestinesi derivanti dai tanti mosaici presenti nel territorio di Betlemme.
L’obiettivo è quello di far riscoprire agli studenti locali le radici comuni delle diverse civiltà e religioni che oggi sembrano tanto lontane tra di loro.

Realizzazione di programmi e visite turistiche

Sarà attivato un itinerario speciale per studenti locali lungo il percorso studiato nel corso della formazione turistica. Questo itinerario ricondurrà alla scoperta delle più antiche radici palestinesi derivanti dai tanti mosaici presenti nel territorio di Betlemme, per far riscoprire ai ragazzi e ragazze delle scuole locali le radici comuni delle diverse civiltà e religioni che oggi sembrano tanto lontane tra di loro.

Per realizzare tutto ciò è indispensabile l’aiuto e la generosità di tutti voi,

uomini e donne di buona volontà!